Strumenti per l’insegnamento della progettazione architettonica




STOÀ è una rivista italiana, sottoposta a processo di double-blind peer-review, che si interroga sui metodi e i processi che determinano il progetto didattico per l’architettura. Rivista dell’area della progettazione architettonica (SC 08/D1) STOÀ tende a coniugare ricerca accademica e pratiche didattiche al fine di generare una riflessione critica sulle scuole, sui suoi protagonisti e i loro metodi favorendo una intersezione tra i saperi e le altre discipline al fine di comprendere le strutture e gli strumenti indispensabili alla costruzione del progetto didattico. Rivista quadrimestrale che con il suo farsi costruirà un reticolo internazionale di temi e posizioni, provando a forzarne caso per caso i limiti per comprendere le istanze e i termini del contemporaneo radicandoli a questioni fondative della disciplina.



︎ Issues
︎ Bibliotecà STOÀ
︎ About
︎ Contact

︎ Order & Subscribe










︎︎︎             Biblioteca STOÀ                                         STOÀ 1. Modelli




The Architectural Model. Histories of the Miniature and the Prototype, the Exmplar and the Muse
Matthew Mindrup

2019



Sulla legittimità della rappresentazione fisica in architettura

   


Il volume The Architectural Model di Matthew Mindrup, edito nel 2019 dalla MIT Press, si presenta come una minuziosa e complessa indagine sul tema del modello di architettura.
Un lavoro quasi enciclopedico, in grado di indagare, in maniera specifica e approfondita, la vasta ed eterogenea questione della rappresentazione tridimensionale del progetto di architettura. Il sommario del testo prefigura la completezza della ricerca affrontata, evidenziando la forte dualità tra rappresentazione formale e strumento progettuale che ne caratterizza il contenuto.
La prima parte del testo si concentra, infatti, sugli aspetti storici del modello come mezzo di figurazione e trasmissione di conoscenza. Un iter culturale che si articola entro un ampio ambito temporale e che si avvale di una eterogenea classificazione oggettuale in grado di raccontare le diverse interpretazioni del modello – siano esse riproduzioni, invenzioni, particolari scultorei, souvenir o dipinti – in grado di includere le più diverse aspirazioni che questi manifestano.
Nella seconda parte, la trattazione mette in luce la capacità del modello di proporsi come vero e proprio strumento di indagine e conoscenza. In tal senso Mindrup affronta, in maniera molto arguta, l’attiva operatività di tale tematica, impostando una indagine che a partire dalla ricerca considera le norme che hanno caratterizzato la definizione del modello di architettura sin dai suoi primordi. Il risultato è un corposo insieme di manufatti che, nonostante l’ampia dislocazione temporale alla quale si riferiscono, riesce a tracciare un coerente impianto narrativo e descrittivo, rendendo possibile un continuo e differenziato confronto tra le parti. Non solo.
L’autore non si limita esclusivamente a costruire un apparato storiografico, metodologicamente valido e contenutisticamente stimolante, ma indirizza il lettore verso una celata riflessione sulla contemporaneità di tale strumento. Ad oggi, nella complessa ed eterogenea società dei consumi, anche l’architettura viene chiamata a confrontarsi con i mezzi divulgativi che definiscono il nostro tempo. La predominante componente immaginifica e virtuale, che ha influenzato, e tuttora influenza, la capacità comunicativa del progetto di architettura, ha delegittimato, anche se parzialmente, il ruolo del modello. È in questo senso che la ricerca messa in opera nel testo assume la sua fondamentale valenza, rendendo implicita la possibilità, da parte della rappresentazione concreta, fisica e analogica, di ricoprire tuttora un ruolo centrale nella cultura architettonica contemporanea, tanto dal punto di vista comunicativo quanto come strumento attivo di controllo del processo progettuale.
The Architectural Model si pone come un testo ponderato e in grado di innescare un ampio spettro di riflessioni, a partire dal modello, indirizzate verso temi ad oggi di notevole interesse, cristallizzando una definita memoria storica e proiettandola verso una più attuale possibilità interpretativa. Il lavoro di Matthew Mindrup riesce a offrire una complessa e articolata ricerca, bilanciandola con uno sguardo sulla contemporaneità e ponendo tale tematica come fulcro di riflessione attiva sulla comunicazione e, soprattutto, sulla possibilità di intendere il modello come attore e strumento dinamico per la progettazione architettonica. Recensione di Lorenzo Giordano

 

︎︎︎Biblioteca


















STOÀ Journal
Strumenti per l’insegnamento della progettazione architettonica
2021 - Published by Thymos Books
ISSN  2785-0293